BOOM CANTIERE CREATIVO CALDERARA

04 HOME SWEET HOME

di Macellerie Pasolini in collaborazione con perAspera festival.

“Li ho visti, li ho visti in follia a ferragosto. Erano l’immagine della frenesia più insolente. Ponevano un tale impegno nel divertirsi a tutti i costi, che parevano in uno stato di “raptus”, era difficile non considerarli spregevoli o comunque colpevolmente incoscienti”.
Pierpaolo Pasolini

Rinchiudersi e stare in silenzio, come minacciati – più che dall’epidemia – dalla violenza espressa dai social e dai media in generale. Come Pasolini, che si ferma a guardare e indietreggia di tre passi, nascosto per non farsi vedere, staccato da quello che stava succedendo. Rinchiudersi, come costretti da una gamba rotta a non uscire, guardando dalla finestra la gente agitarsi e azzannarsi. Nascosti, in silenzio, non attaccabili. Home Sweet Home è la seconda tappa di un percorso di riflessione sull’isolamento condotto da Macellerie Pasolini, dopo la performance itinerante APE CAR, ospitata nella tredicesima edizione del festival perAspera. Progettato appositamente per la Casa della Cultura Italo Calvino di Calderara di Reno e per i suoi spazi, il laboratorio di teatro performativo condotto dal regista e drammaturgo Ennio Ruffolo nasce dalla riflessione sullo stare forzatamente a contatto – 24 ore su 24 – con persone che si sono scelte, che il mondo adesso definisce congiunti e che probabilmente si amano, ma non necessariamente sempre si vogliono. Essere costretti a vivere così pienamente e forzatamente. Cosa cambia nell’equilibrio delle case? Quali dinamiche vanno in crisi? Cosa succede a chi vive da solo, al di là dell’ipocrisia di Skype?

04 HOME SWEET HOME

di Macellerie Pasolini in collaborazione con perAspera festival.

“Li ho visti, li ho visti in follia a ferragosto. Erano l’immagine della frenesia più insolente. Ponevano un tale impegno nel divertirsi a tutti i costi, che parevano in uno stato di “raptus”, era difficile non considerarli spregevoli o comunque colpevolmente incoscienti”.
Pierpaolo Pasolini

Rinchiudersi e stare in silenzio, come minacciati – più che dall’epidemia – dalla violenza espressa dai social e dai media in generale. Come Pasolini, che si ferma a guardare e indietreggia di tre passi, nascosto per non farsi vedere, staccato da quello che stava succedendo. Rinchiudersi, come costretti da una gamba rotta a non uscire, guardando dalla finestra la gente agitarsi e azzannarsi. Nascosti, in silenzio, non attaccabili. Home Sweet Home è la seconda tappa di un percorso di riflessione sull’isolamento condotto da Macellerie Pasolini, dopo la performance itinerante APE CAR, ospitata nella tredicesima edizione del festival perAspera. Progettato appositamente per la Casa della Cultura Italo Calvino di Calderara di Reno e per i suoi spazi, il laboratorio di teatro performativo condotto dal regista e drammaturgo Ennio Ruffolo nasce dalla riflessione sullo stare forzatamente a contatto – 24 ore su 24 – con persone che si sono scelte, che il mondo adesso definisce congiunti e che probabilmente si amano, ma non necessariamente sempre si vogliono. Essere costretti a vivere così pienamente e forzatamente. Cosa cambia nell’equilibrio delle case? Quali dinamiche vanno in crisi? Cosa succede a chi vive da solo, al di là dell’ipocrisia di Skype?

HOME SWEET HOME
Laboratorio di teatro performativo

→ Casa della Cultura

a cura di Ennio Ruffolo Nel laboratorio di teatro performativo si ricostruiranno dinamiche di vita e di relazione, trasformando l’Auditorium della Casa della Cultura in vari ambienti domestici – la cucina, il salotto, la camera da letto, il bagno. I partecipanti, anche senza bisogno di alcuna esperienza pregressa, lavoreranno sul proprio corpo scenico e sulla propria interiorità. Movimento, equilibrio, ritmo, azione scenica saranno il fulcro del lavoro che il regista svolgerà insieme ai partecipanti, che potranno manifestare il loro istinto creativo anche nella costruzione della scena e dello spettacolo.

MODALITÀ DI SVOLGIMENTO:
Ogni lunedì dal 12 ottobre al 30 novembre dalle 20:00 alle 22:30.

Quota d’iscrizione: € 50,00
Il laboratorio è gratuito per chi ha meno di 18 anni.
Iscrizioni:
casadellacultura@comune.calderaradireno.bo.it
Tel. 342 8857347

HOME SWEET HOME
Laboratorio di scenotecnica

→ Casa della Cultura

a cura di Grazia Perilli, in collaborazione con ReMida Bologna_Terre d’acqua

Nel laboratorio di scenotecnica, condotto da Grazia Perilli, si ideeranno e si realizzeranno le scenografie per l’esito performativo, lavorando creativamente sull’utilizzo non convenzionale di materiali di recupero.

MODALITÀ DI SVOLGIMENTO:
Ogni lunedì dal 19 ottobre al 16 novembre dalle 20:00 alle 22:30.

Il laboratorio è rivolto a chi ha meno di 18 anni ed è gratuito.
Iscrizioni:
casadellacultura@comune.calderaradireno.bo.it
Tel. 342 8857347

HOME SWEET HOME
Esito performativo

→ Casa della Cultura

ideazione, conduzione e regia Ennio Ruffolo, organizzazione e comunicazione Maria Donnoli, allestimenti Grazia Perilli, sound design Fabio Fiandrini,con gli allievi del laboratorio performativo, e la collaborazione di ReMida Bologna_Terre d’acqua.

Gli attori dentro, abitanti di una casa ricreata all’interno della Casa della Cultura. Una casa nella casa. Il pubblico all’esterno, ad osservare attraverso i vetri le dinamiche di uno stare forzatamente a contatto – 24 ore su 24 – con persone che si sono scelte, che il mondo adesso definisce congiunti e che probabilmente si amano, ma non necessariamente sempre si vogliono. Essere costretti a vivere così pienamente e forzatamente. Cosa cambia nell’equilibrio delle case? Quali dinamiche vanno in crisi? Cosa succede a chi vive da solo, al di là dell’ipocrisia di Skype?

MODALITÀ DI SVOLGIMENTO:
Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria

PRENOTA

LUN 12 OTTOBRE
lun 30
novembre
LABORATORIO

HOME SWEET HOME
Laboratorio di teatro performativo

→ Casa della Cultura

a cura di Ennio Ruffolo Nel laboratorio di teatro performativo si ricostruiranno dinamiche di vita e di relazione, trasformando l’Auditorium della Casa della Cultura in vari ambienti domestici – la cucina, il salotto, la camera da letto, il bagno. I partecipanti, anche senza bisogno di alcuna esperienza pregressa, lavoreranno sul proprio corpo scenico e sulla propria interiorità. Movimento, equilibrio, ritmo, azione scenica saranno il fulcro del lavoro che il regista svolgerà insieme ai partecipanti, che potranno manifestare il loro istinto creativo anche nella costruzione della scena e dello spettacolo.

MODALITÀ DI SVOLGIMENTO:
Ogni lunedì dal 12 ottobre al 30 novembre dalle 20:00 alle 22:30.

Quota d’iscrizione: € 50,00
Il laboratorio è gratuito per chi ha meno di 18 anni.
Iscrizioni:
casadellacultura@comune.calderaradireno.bo.it
Tel. 342 8857347

LUN 19 OTTOBRE
lun 16
novembre
LABORATORIO

HOME SWEET HOME
Laboratorio di scenotecnica

→ Casa della Cultura

a cura di Grazia Perilli, in collaborazione con ReMida Bologna_Terre d’acqua

Nel laboratorio di scenotecnica, condotto da Grazia Perilli, si ideeranno e si realizzeranno le scenografie per l’esito performativo, lavorando creativamente sull’utilizzo non convenzionale di materiali di recupero.

MODALITÀ DI SVOLGIMENTO:
Ogni lunedì dal 19 ottobre al 16 novembre dalle 20:00 alle 22:30.

Il laboratorio è rivolto a chi ha meno di 18 anni ed è gratuito.
Iscrizioni:
casadellacultura@comune.calderaradireno.bo.it
Tel. 342 8857347

ven 04
sab 05
DICEMBRE
h. 18:30
show

HOME SWEET HOME
Esito performativo

→ Casa della Cultura

ideazione, conduzione e regia Ennio Ruffolo, organizzazione e comunicazione Maria Donnoli, allestimenti Grazia Perilli, sound design Fabio Fiandrini,con gli allievi del laboratorio performativo, e la collaborazione di ReMida Bologna_Terre d’acqua.

Gli attori dentro, abitanti di una casa ricreata all’interno della Casa della Cultura. Una casa nella casa. Il pubblico all’esterno, ad osservare attraverso i vetri le dinamiche di uno stare forzatamente a contatto – 24 ore su 24 – con persone che si sono scelte, che il mondo adesso definisce congiunti e che probabilmente si amano, ma non necessariamente sempre si vogliono. Essere costretti a vivere così pienamente e forzatamente. Cosa cambia nell’equilibrio delle case? Quali dinamiche vanno in crisi? Cosa succede a chi vive da solo, al di là dell’ipocrisia di Skype?

MODALITÀ DI SVOLGIMENTO:
Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria

PRENOTA