cantiere creativo calderara

13/09/2021

IN EQUILIBRIO 16 — 24.1O.2021

IN EQUILIBRIO 16 — 24.1O.2021

Al suo quarto anno di vita, BOOM – Cantiere Creativo Calderara conferma la vocazione di laboratorio permanente dedicato all’immaginazione e alla creatività e ritrova la formula originaria di Festival concentrato in cinque intense giornate animate da un ricco programma d’incontri, laboratori, eventi e installazioni artistiche frutto di progetti e produzioni originali. A ognuno di noi, in questa realtà mutata dalla pandemia, sono richieste doti funamboliche per mantenere un equilibrio fra ciò che conoscevamo, che sapevamo fare, che era parte delle nostre abitudini e ciò che è cambiato, forse definitivamente, nella nostra capacità progettuale e nel “problem solving” quotidiano. Alla tempesta creata dalla pandemia, vogliamo rispondere con la ricerca di nuovi equilibri costruiti grazie alla capacità di reagire e di lavorare assieme in maniera creativa. “In equilibrio” è il titolo di questa edizione che ci porta al centro del processo creativo: un processo che si basa sempre sul bilanciamento dinamico fra un pensiero divergente – che ci fa scoprire il mondo delle idee e dell’innovazione, grazie all’arte di sospendere il giudizio, riconoscere le differenze, uscire dagli schemi, contaminare le idee, costruire nuove relazioni fra cose e persone – e un pensiero convergente – che ci permette di valutare, mettere in rete e trasformare tutti gli stimoli creativi in progetti concreti, per raggiungere obiettivi e realizzare desideri. In questo periodo di sospensione non siamo stati fermi e abbiamo gettato le basi per consolidare quanto costruito fino ad ora e per rinnovare percorsi sperimentali nell’ambito dei linguaggi contemporanei e delle politiche culturali. Tutti i progetti e le attività del festival partono dall’impulso creativo e “divergente” d’importanti artisti che hanno trovato, nella formazione di reti organizzative e collaborazioni fra soggetti pubblici e privati, la possibilità di creare nuovi ecosistemi culturali.

Il programma di questa edizione di BOOM testimonia i risultati di un lavoro mai interrotto, spinto dall’urgenza di trovare nuovi equilibri. Nel segno del contemporaneo saranno inaugurate le installazioni artistiche di Agnese Spolverini, frutto di un periodo di residenza a Calderara all’interno di “PROSPETTIVE. Territori d’arte”, a cura di Adiacenze, che vede Calderara capofila di un importante progetto dedicato al rapporto fra arte, ambiente e paesaggio, e costruito in rete con altri tre Comuni della Regione. La Casa della Cultura entra nel circuito regionale E’ BAL con due spettacoli di CollettivO CineticO, formazione tra le più sorprendenti della scena della danza contemporanea e si affaccia a nuove relazioni con importanti centri culturali italiani in un incontro a cura di Daniela Tozzi e con la partecipazione di Bertram Niessen. La produzione di un grande “Corallo Sonoro” è l’obiettivo di un gruppo di creativi, musicisti, sound designer ed esperti di elettronica provenienti da Spagna, Francia e Italia che, grazie al programma europeo ERASMUS+, saranno in residenza a Calderara per tutta la durata del Festival e avremo l’onore di ospitare la prima masterclass italiana in residenza di Theremin, lo strumento più affascinante e misterioso del ‘900, guidata da Vincenzo Vasi e Valeria Sturba / OoopopoiooO. Il festival conferma l’attenzione alle nuove generazioni con la presenza del collettivo calderarese Futurlab che, in collaborazione con Verso, lancerà la sfida di costruire una Calderara a cubetti nel mondo virtuale di Minecraft e un concerto in collaborazione con INGRANAGGI, il festival itinerante che genera relazioni fra giovani creativi e imprese del territorio. Il programma presenta un originale format di spettacolo, ideato da Clelia Sedda e Error Academy dal titolo “Venite e sbagliatevi tutti” e sarà chiuso da un ospite d’eccezione, Milo Manara che, in compagnia di David Riondino, racconterà la sua ultima opera dedicata alla vita di Caravaggio, in uno spettacolo sospeso fra narrazione, musica e illustrazioni proiettate sul grande schermo. Da quest’anno BOOM si arricchisce con “Divergente e Conviviale”, il DopoFestival aperto, tutte le sere al termine degli spettacoli, alla partecipazione attiva e libera di chiunque voglia fermarsi alla Casa della Cultura in compagnia degli ospiti e degli artisti in un convivio creativo, per improvvisare conversazioni e altre esperienze in totale libertà.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

News