BOOM

cantiere creativo calderara

13 Settembre 2021 |

Article

IN EQUILIBRIO 16 — 24.1O.2021

Arrivato al suo quarto anno di vita, BOOM – Cantiere Creativo Calderara conferma la sua natura di cantiere permanente dedicato all’immaginazione e al pensiero creativo, che quest’anno viene declinato nell’ attivazione di laboratori, installazioni, spettacoli, incontri, presentazione di progetti e produzioni originali uniti dal tema dell’equilibrio: un equilibrio dinamico che nei processi creativi mette sempre in sintonia due poli opposti, novità e utilità, fantasia e concretezza, immaginazione e rigore, emozione e regola.

A ognuno di noi, singole persone e realtà organizzate, in questa realtà mutata dalla pandemia vengono richieste doti funamboliche per mantenere un equilibrio fra ciò che conoscevamo, che sapevamo fare, che faceva parte delle nostre abitudini e ciò che è cambiato, forse definitivamente, nel nostro problem solving quotidiano e nella nostra capacità progettuale.

Nell’unicità di questo frangente storico vi è un grande fermento per individuare il “new normal”, una nuova normalità che si dovrebbe sedimentare a seguito della tempesta globale che stiamo vivendo. Immaginare e costruire questa nuova realtà richiede un forte impulso a reagire da parte delle persone e la capacità di lavorare assieme attraverso il supporto reciproco e una comunicazione autentica, che non può non dipendere dalle doti creative di ognuno.

E allora più che mai, in questa edizione di BOOM, vogliamo ripartire dalla natura profonda del processo creativo che resta sempre espressa attraverso l’equilibro dinamico fra due forme di pensiero: c’è un pensiero divergente, che si apre al mondo delle idee e alla novità, alimentato dall’arte sospendere il giudizio, riconoscere le differenze, uscire dagli schemi, contaminare le idee, costruire nuove relazioni fra cose e persone; poi esiste un pensiero convergente che invece ci permette di valutare, mettere in rete e trasformare tutti gli stimoli in progetti concreti, per raggiungere obiettivi e soddisfare desideri.

In questo periodo di sospensione non siamo stati fermi: abbiamo gettato le basi per consolidare quanto fatto fino ad ora e attivare nuovi percorsi sperimentali nell’ambito dei linguaggi contemporanei e delle politiche culturali.

Il programma di questa edizione di BOOM testimonia i risultati di questo lavoro, mai interrotto, spinto dall’urgenza di trovare nuovi equilibri.

PROSPETTIVE – RELAZIONI ORIGINALI FRA COMUNI

Prospettive. Territori d’arte è il titolo della seconda edizione del progetto curato da Amerigo Mariotti e Giorgia Tronconi di Adiacenze che, con il contributo della Regione Emilia – Romagna, da luglio 2021 vede coinvolti quattro Comuni della regione nell’attivazione di progetti di residenza artistica dedicati al tema “sostenibilità ambientale, territorio e paesaggio”. È un dialogo fra arte contemporanea, territorio e paesaggio che ha visto a Spilamberto (MO) la presenza e le opere di Chiara Gambirasio, a Cotignola (RA) le opere dei fotografi Marco Zanella, Michele Buda e del musicista Giovanni Lami in “dialogo” con il Museo Civico Luigi Varoli, a Valsamoggia (BO) il duo AntonelloGhezzi e a Calderara di Reno la residenza e i laboratori di Agnese Spolverini. Il 16 ottobre BOOM dedicherà un’intera giornata al progetto, con la doppia inaugurazione dell’opera pubblica e della mostra che raccoglie la documentazione del percorso compiuto da Agnese Spolverini durante la sua residenza creativa a Calderara. Sarà anche un’occasione per presentare i risultati dell’intero progetto con un incontro pubblico che vedrà coinvolti tutti gli artisti e gli amministratori dei comuni che hanno ospitato il Progetto PROSPETTIVE 2021.

A CHI TREMA – E BAL – PROGETTO METROPOLITANO – RELAZIONI REGIONALI

A chi trema – antologia cinetica di tempi imperfetti è un progetto monografico dedicato a CollettivO CineticO formazione tra le più sorprendenti della scena della danza contemporanea. Dal 3 settembre al 12 dicembre 2021 la rassegnaattraversa quattro comuni della Area metropolitana bolognese e, per la prima volta, riunisce la progettualità di Stagione Agorà promossa dai Comuni di Unione Reno Galliera, Casa della Cultura Italo Calvino a Calderara di Reno, Festival Danza Urbana a Bologna e il Teatro Laura Betti a Casalecchio di Reno. Il progetto è stato pensato nell’ambito di E’ BAL – Palcoscenici per la danza contemporanea, in collaborazione con ATER Fondazione – Circuito Regionale Multidisciplinare Emilia – Romagna. BOOM ospiterà due creazioni storiche di CollettivO CineticO: il 22 Ottobre O+< scritture viziose sull’inarrestabilità del tempo” una performance creata da Francesca Pennini (danza) e Andrea Amaducci (grafica live), sul processo di costruzione e decostruzione della danza in senso cinetico e il 24 ottobre andrà in scena lo spettacolo “Dialogo Terzo: In a Landscape” con la coreografia e regia di Alessandro Sciarroni, ispirato all’omonimo brano di John Cage.

NUOVI CENTRI CULTURALI – RELAZIONI NAZIONALI

Abbiamo scoperto quanto sia diventato importante il ruolo dei Nuovi centri culturali, soprattutto in questo momento storico nel quale è venuta a meno la possibilità di relazione diretta

PROGETTO CORALLO – REALZIONI EUROPEE

ATTENZIONE AI GIOVANI E REALTA’ EMERGENTI DEL TERRITORIO

attenzione alle nuove generazioni valorizzazione del Futurlab edelle politiche giovanile con l’ospitalità di Ingranaggi

masterclass theremin???

DUE SPETTACOLI

tema dell’errore perché non sia un blocco ma un’occasione di crescita (installazione + spettacolo)

l’esempio di un grande artista Milo Manara (spettacolo)

DOPO FESTIVAL – DIVERGENTE E CONVIVIALE

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

News