BOOM CANTIERE CREATIVO CALDERARA

CASA DOLCE STRADA
10.10—19.12.2020
CALDERARA DI RENO

In questo 2020 la pandemia ha condizionato le nostre azioni e messo in discussione il nostro modo di sentire e pensare. La situazione attuale, in continua evoluzione, rende quanto mai urgente l’attivazione di nuovi processi di costruzione di senso, l’invenzione di una nuova realtà nella quale riprendere a vivere, immaginare e progettare.

Calderara non si sottrae a questi percorsi, e come Amministrazione non possiamo sottovalutare i cambiamenti che la nuova realtà sta portando nella nostra comunità. Siamo spinti da una rinnovata presa di coscienza e responsabilità sul significato di fare cultura e sul ruolo che i centri culturali, come la nostra Casa della Cultura Italo Calvino parte del nuovo Sistema Culturale della Città di Calderara, possono interpretare per coinvolgere attivamente la comunità. L’edizione 2020 di BOOM è un progetto a più voci all’interno del quale vorremmo che i cittadini di Calderara fossero coinvolti attivamente nella realizzazione dei vari percorsi artistici. Il successo delle precedenti edizioni ci ha fatto comprendere quanto importante sia per la nostra città avere il suo cantiere creativo, questo terzo anno testerà la capacità di Calderara di reinventarsi alla luce del momento storico che stiamo vivendo. La casa e la strada che si fondono in un continuo desiderio di Conoscenza, Condivisione, Cura: sono le tre parole che abbiamo scelto come motto della nostra Città per gli anni a venire e cominceremo a sperimentarle proprio a partire da BOOM.
Giampiero Falzone, Sindaco di Calderara di Reno
Maria Linda Caffarri, Assessore alla Cultura

 

Trasformando i limiti imposti dall’emergenza nell’opportunità di dare un più ampio respiro al festival, abbiamo immaginato “un’edizione speciale” di BOOM – Cantiere Creativo Calderara. Le sue attività sono state distribuite nel tempo e in diversi spazi della città, attraverso sei progetti speciali pensati e costruiti per il Festival, che mettono in dialogo arte, danza, teatro e musica attraverso laboratori, incontri, performance e installazioni. La sua ideazione è il frutto di un incontro fra artisti e operatori culturali con i quali abbiamo condiviso il desiderio di utilizzare il nostro spaesamento come punto di partenza per costruire inedite letture della realtà contemporanea. BOOM così interpreta al meglio la propria vocazione di cantiere creativo e culturale, luogo di produzione di pensieri e azioni, in condivisione con la comunità. “Casa dolce strada” è il titolo che, grazie a un gioco di parole inventato da Clelia Sedda, sintetizza le filosofia di questa terza edizione del Festival; la casa riveste da sempre una molteplicità di significati che vanno ben oltre l’idea di luogo fisico; è uno spazio che ci portiamo dentro, di espressione del sé e di narrazione della propria storia, può anche diventare una gabbia, ma soprattutto è la prima esperienza di confine che determina un dentro e un fuori e quindi la possibilità di conoscere. Fuori c’è la strada che può essere concepita come luogo di socialità, spazio privilegiato d’incontro e aggregazione, come luogo educativo di sviluppo e crescita ma anche espressione del rischio e “dell’errare”. Nel nostro desiderio, sempre per voce di Clelia, “ci immaginiamo una casa che non è chiusa a chiave e una strada che se ti sdrai non hai paura della notte, perché vedi le stelle.” CRONOPIOS

CASA DOLCE STRADA
10.10—19.12.2020
CALDERARA DI RENO

In questo 2020 la pandemia ha condizionato le nostre azioni e messo in discussione il nostro modo di sentire e pensare. La situazione attuale, in continua evoluzione, rende quanto mai urgente l’attivazione di nuovi processi di costruzione di senso, l’invenzione di una nuova realtà nella quale riprendere a vivere, immaginare e progettare. Calderara non si sottrae a questi percorsi, e come Amministrazione non possiamo sottovalutare i cambiamenti che la nuova realtà sta portando nella nostra comunità. Siamo spinti da una rinnovata presa di coscienza e responsabilità sul significato di fare cultura e sul ruolo che i centri culturali, come la nostra Casa della Cultura Italo Calvino parte del nuovo Sistema Culturale della Città di Calderara, possono interpretare per coinvolgere attivamente la comunità. L’edizione 2020 di BOOM è un progetto a più voci all’interno del quale vorremmo che i cittadini di Calderara fossero coinvolti attivamente nella realizzazione dei vari percorsi artistici. Il successo delle precedenti edizioni ci ha fatto comprendere quanto importante sia per la nostra città avere il suo cantiere creativo, questo terzo anno testerà la capacità di Calderara di reinventarsi alla luce del momento storico che stiamo vivendo. La casa e la strada che si fondono in un continuo desiderio di Conoscenza, Condivisione, Cura: sono le tre parole che abbiamo scelto come motto della nostra Città per gli anni a venire e cominceremo a sperimentarle proprio a partire da BOOM.
Giampiero Falzone, Sindaco di Calderara di Reno
Maria Linda Caffarri, Assessore alla Cultura

Trasformando i limiti imposti dall’emergenza nell’opportunità di dare un più ampio respiro al festival, abbiamo immaginato “un’edizione speciale” di BOOM – Cantiere Creativo Calderara. Le sue attività sono state distribuite nel tempo e in diversi spazi della città, attraverso sei progetti speciali pensati e costruiti per il Festival, che mettono in dialogo arte, danza, teatro e musica attraverso laboratori, incontri, performance e installazioni. La sua ideazione è il frutto di un incontro fra artisti e operatori culturali con i quali abbiamo condiviso il desiderio di utilizzare il nostro spaesamento come punto di partenza per costruire inedite letture della realtà contemporanea. BOOM così interpreta al meglio la propria vocazione di cantiere creativo e culturale, luogo di produzione di pensieri e azioni, in condivisione con la comunità. “Casa dolce strada” è il titolo che, grazie a un gioco di parole inventato da Clelia Sedda, sintetizza le filosofia di questa terza edizione del Festival; la casa riveste da sempre una molteplicità di significati che vanno ben oltre l’idea di luogo fisico; è uno spazio che ci portiamo dentro, di espressione del sé e di narrazione della propria storia, può anche diventare una gabbia, ma soprattutto è la prima esperienza di confine che determina un dentro e un fuori e quindi la possibilità di conoscere. Fuori c’è la strada che può essere concepita come luogo di socialità, spazio privilegiato d’incontro e aggregazione, come luogo educativo di sviluppo e crescita ma anche espressione del rischio e “dell’errare”. Nel nostro desiderio, sempre per voce di Clelia, “ci immaginiamo una casa che non è chiusa a chiave e una strada che se ti sdrai non hai paura della notte, perché vedi le stelle.”
CRONOPIOS

prossimo evento

→ teatro spazio reno e CASA DELLA CULTURA

ticket

eventi

Per gli spettacoli:
Home_homing-performance finale
Reclame
Come erravamo

Intero € 10,00
Ridotto € 5,00 (riduzioni valide per chi ha meno di 30 anni e per i residenti di Calderara di Reno)

Per la lecture:
Home_homing-dialogo performativo
Posto unico € 5,00

Vendita biglietti on line su www.vivaticket.it e in tutti i punti vendita VIVATICKET .

Prenotazione vendita biglietti presso la Casa della Cultura Italo Calvino da tre giorni prima dello spettacolo dalle 15.00 alle 19.00 e nelle giornate di spettacolo due ore prima dell’inizio della rappresentazione.
Tutti gli altri eventi sono gratuiti, con prenotazione obbligatoria e posto fisso assegnato nel rispetto delle norme per il contenimento dell’epidemia da COVID-19.

laboratori

I laboratori hanno durate e modalità di partecipazione diverse che sono indicate nelle schede specifiche in questo sito.
E’ possibile iscriversi ai laboratori e ottenere informazioni più dettagliate ai seguenti contatti:

T    342 8857347
M  casadellacultura@comune.calderaradireno.bo.it

info

Casa della Cultura Italo Calvino Via Roma 29 Calderara di Reno (BO)

T    342 8857347
M  casadellacultura@comune.calderaradireno.bo.it
W  www.comune.calderaradireno.bo.it/cultura/casa-della-cultura