GIOVEDÌ 24 OTTOBRE

Piazza coperta ore 17:30 – Inaugurazione sala giochi diffusa

SPAZIO AI GIOCHI E GIOCHI SPAZIALI

Percorso interattivo per tre posture: analogica, digitale e virtuale

in collaborazione con 4Tribes, RetroRegaz, Oculus Make Your Experience, Ci.Ca.Sca il Re

 

scopri di più

Come premessa e cornice di questo festival, dedicato al gioco in tutte le sue forme e al mettersi in gioco, inauguriamo un’installazione ludica che permette, oltre a divertirsi, di sperimentare le differenti “posture mentali” che hanno caratterizzato l’evoluzione del gioco e del mondo, negli ultimi 50 anni: dai flipper, ai cabinet con Space Invaders, ai videogiochi di ultima generazione, per arrivare ai giochi immersivi in realtà virtuale. Un viaggio fisico e mentale nel tempo e nello spazio. Questa particolare sala giochi, diffusa in tutti gli spazi della Casa della Cultura, sarà a disposizione di grandi e piccini in tutti i giorni del festival.

Auditorium ore 18.00 – Incontro

IL TERRITORIO IN GIOCO TRA INNOVAZIONE, ARTE E BENESSERE

Progetti e visioni per Calderara di Reno

coordina Roberto Alessi, con Giampiero Falzone – Sindaco di Calderara di Reno, Maria Linda Caffarri – Assessore alla Cultura di Calderara di Reno, Fabio Giovannini – 3D Metal S.r.l., Luca Tomesani – Dipartimento di ingegneria industriale UNIBO, Amerigo Mariotti – Adiacenze, Stephanie Sinclair – Consulente d’arte abbessesart.com, Giovanni Zannoni, Emanuele Piaia e Marco Filippucci – Dipartimento di Architettura UNIFE

scopri di più

Il territorio di Calderara di Reno è impegnato da anni in un percorso di rigenerazione urbana che ha “messo in gioco” nuovi spazi, nuove idee e nuove traiettorie di sviluppo per interpretare al meglio i processi d’innovazione in atto. A inaugurare la seconda edizione di BOOM – Cantiere Creativo Calderara, un incontro che unisce amministratori, imprenditori, docenti universitari e operatori culturali nella presentazione d’importanti progetti e visioni per il futuro di Calderara: il nuovissimo FabLab che offre interessanti opportunità alle aziende in ambito di stampa 3D; la presentazione dei risultati del lavoro degli studenti del Laboratorio di Costruzione dell’Architettura 2 del Dipartimento di Architettura di UNIFE, che si sono cimentati nel progetto di rigenerazione del vecchio Palazzetto del Polo Sportivo Pederzini; la “visione” del Museo d’Arte Contemporanea Diffuso nata dalla fortunata esperienza di produzione di opere d’arte originali da parte della Casa della Cultura Italo Calvino in collaborazione con Adiacenze.

Durante l’incontro saranno esposti i progetti di riqualificazione del Polo Sportivo “G. Pederzini” realizzati dagli studenti del Laboratorio di Costruzione dell’Architettura 2 del Dipartimento di Architettura di UNIFE e al termine vi sarà la premiazione dei finalisti

Piazza coperta ore 19.30 – Inaugurazione mostra

DI NATURA TRASPARENTE

di Laura Renna

a cura di Amerigo Mariotti di Adiacenze

a seguire aperitivo in collaborazione con Matilde Ristorazione

 

scopri di più

Fulcro dell’esposizione è l’installazione ambientale Di Natura Trasparente – che dà il titolo alla mostra – realizzata al centro della Piazza Coperta con lo scopo di avviare uno stretto dialogo tra lo spazio e il visitatore. L’opera, una foresta in pvc sospesa e adamantina, ingloba il pubblico in un’atmosfera che annulla i confini tra l’essere umano e l’essere vegetale facendosi metafora visiva della disparità tra le specie che popolano la terra.  Di Natura Trasparente di Laura Renna dialoga con il fruitore e il suo corpo mentre indaga, tramite la sua aerea struttura, le potenzialità dello spazio trasformandolo in una rigogliosa vegetazione artificiale. L’installazione intende attivare, tramite il gioco, una serie di riflessioni sul fragile rapporto tra l’uomo e la natura. Le forme, leggere e sgravate dal peso della materia, palesano la presenza di una selva ‘addomesticata’, in cui l’impatto dell’uomo diviene sempre più prevalente.

 

Piazza Coperta ore 20.00 – Concerto

SUNDAY MORNING & CLEVER SQUARE

a cura di Bronson Produzioni

scopri di più

 “La zona d’ombra” è il nome del progetto con cui Bronson Produzioni di Ravenna ha vinto il bando regionale nell’ambito della legge sullo sviluppo del settore musicale (L.R. 2/2018) che ha fornito alle due band vincitrici l’opportunità di registrare un album. “Four” è il titolo dell’album dei Sunday Morning, un disco fatto di grandi spazi aperti e di mondi interiori, lo specchio di un viaggio che ha cambiato radicalmente l’approccio musicale del gruppo. I nuovi brani sono più lenti e profondi, le melodie trovano tutto lo spazio necessario, le chitarre acustiche si moltiplicano fino ad avvolgerne gli echi elettrici, mentre il piano entra in scena e la voce diventa protagonista. I Clever Square hanno pubblicato un album omonimo che è stato vincitore come disco del mese sulla rivista musicale “RUMORE” di maggio. Questo lavoro arriva dopo anni di silenzio e il nuovo stile che emerge è strettamente legato all’intramontabile indie rock americano ed estremamente in sintonia con nomi attuali come Courtney Barnett, Car Seat Headrest o Kurt Vile

CLEVER SQUARE – Giacomo d’Attorre songwriter, voce e chitarra, Francesco Lima chitarra, Andrea Napolitano batteria

SUNDAY MORNING – Luca Galassi chitarra, Andrea Cola voce, chitarra e tastiera, Federico Guardigni batteria, Jacopo Casadei basso, tastiera, voce

VENERDÌ 25 OTTOBRE

Piazzale di Casa della Cultura ore 16.00 – Esperienza ludica per tutti

IN TRENO PER TOKYO

a cura di Lord Puffin Co.

scopri di più

Su un treno giapponese, i turisti hanno fatto confusione con i posti assegnati. Tocca al Capotreno indicare a ognuno il proprio posto… peccato che lui parli solo giapponese! Mettiti in gioco… letteralmente! In questo gioco di squadra sarai sia giocatore che pedina.

 

Auditorium ore 17.00 – Incontro

LA MUSICA? UN GIOCO DA RAGAZZI

L’esperienza delle residenze musicali sostenute dalla nuova legge regionale

in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura della Regione Emilia-Romagna

e ATER – Circuito Regionale Multidisciplinare

coordina Pierfrancesco Pacoda, con Gabriele Ciampichetti – Freschissimo/Locomotiv Club, Chris Angiolini – La zona d’ombra/Bronson Produzioni, Franz Campi e Pierangelo Pettenati – Trasporti eccezionali, Francesca Garagnani – Centro Musica Comune di Modena

scopri di più

La nuova Legge Musica della Regione Emilia Romagna, a un anno dalla sua applicazione, è già un punto di riferimento e uno strumento strategico per gli operatori del settore e per i giovani musicisti che hanno potuto sfruttare l’ampio ventaglio di possibilità in termini di formazione, produzione discografica, circuitazione e promozione. In questo incontro vengono presentati i risultati di uno dei filoni più innovativi nato all’interno della legge che è quello delle residenze creative a supporto di artisti e band emergenti emiliano romagnole. I promotori dei progetti Freschissimo, La zona d’ombra, Trasporti eccezionali e Soundtracks si confrontano per mettere in rete e condividere i risultati del primo anno di residenze creative. A corollario di questo incontro ogni serata di BOOM – Cantiere Creativo Calderara sarà chiusa da un concerto delle band promosse all’interno dei progetti sopra menzionati.

Auditorium ore 18.30 – Talk

MURUBUTU, GIOCARE CON LE PAROLE

Le suggestioni del rap tra strada e letteratura

a cura di Pierfrancesco Pacoda

con Murubutu

a seguire aperitivo in collaborazione con Matilde Ristorazione

scopri di più

Alessio Mariani meglio conosciuto con lo pseudonimo Murubutu è un rapper italiano, fondatore e voce del collettivo reggiano La Kattiveria. La sua musica, definita “rap di ispirazione letteraria” o “letteraturap”, contraddistingue Murubutu da tutti gli altri rapper italiani rendendolo unico nel suo genere poiché particolarmente abile nel miscelare il rap, la letteratura, la storia e la saggistica. Peculiarità che colloca l’artista tra i migliori storyteller che la scena musicale rap italiana conosca. È anche docente di filosofia e storia presso il Liceo Matilde di Canossa di Reggio Emilia. Questo incontro suggella il progetto dedicato all’hip hop che lo stesso Pacoda ha sviluppato per la Casa della Cultura nel corso di quest’anno.

Al termine dell’incontro verrà inaugurato il JUKEBOX 3.0 a cura di Futurlab

Il gruppo Futurlab ha concepito e realizzato per la Casa della Cultura un’innovativa applicazione attraverso la quale chiunque, attraverso il proprio smartphone, potrà selezionare brani musicali per il JUKEBOX 3.0 che verrà installato alla Casa della Cultura. Particolarità di questo Jukebox è che gli archivi dei brani disponibili saranno frutto di una selezione da parte degli ospiti illustri che ci regaleranno la loro “playlist del cuore”. Il Jukebox sarà inaugurato con la playlist di Murubutu.

 

 

Piazza Coperta ore 20.00 – Concerto

RAREŞ & SID

a cura di Freschissimo/Locomotiv Club e Panico Concerti

 

scopri di più

Freschissimo è il concorso musicale dedicato ai giovani talenti in ambito musicale della regione Emilia Romagna organizzato da Locomotiv e Panico Concerti. I vincitori di questa edizione sono Sid e Rareș. I Rareș sono un trio che prende il nome dal loro cantante e bassista che, in seguito alla rottura dei Tequila For Kids, il suo primo incubatore musicale, ha continuato a scrivere musica unendosi ai suoi attuali compagni di vita e di palco. Ed è proprio questa voglia di divertirsi insieme ha permesso ai Rareș di primeggiare tra i tanti concorrenti del contest con la loro musica che spazia dall’indie al soul per passare al cantautorato con sfumature pop. Sid (all’anagrafe Francesco Zamparelli) appassionato di rock e punk sin da giovanissimo, inizia a suonare la batteria e si avvicina lentamente al rap iniziando a scrivere le prime strofe e a produrre i primi beat. Nel 2014 entra a far parte del CISIM e dopo diversi live, battle e singoli si è fatto rispettare sia nel contesto locale sia in giro per l’Italia con diversi live e aperture ai concerti di Coez, En?gma, Vacca, Mondo Marcio, Bassi Maestro, Claver Gold, Murubutu e La Kattiveria, Davide Shorty, Funk Shui Project e Mahmood.

RARES – Rares Gabriel Cirlan voce e basso, Giuseppe Vio, chitarra e cori, Marcello Della Puppa, batteria

SID – Sid voce, Mattia Mennella chitarra,  Andrea Bonetti tastiere/synth,   Riccardo Segurini basso, Antonio Casalino batteria, Anton Zalata sax  

SABATO 26 OTTOBRE

Auditorium ore 15.00 – Incontro

ALLA SCOPERTA DEI SEGRETI DI FORTNITE

Fianco a fianco con un campione di videogiochi

a cura di Riccardo Sivelli

con Sami Vannoni alias CAMPIOONE97

scopri di più

Nel 2017 esce FORTNITE che sconvolge il settore dei videogiochi e spopola tra i giovani di tutto il mondo, arrivando soltanto due anni dopo a vantare oltre 40 milioni di giocatori al mese. In questo incontro, Sami Vannoni meglio conosciuto come CAMPIOONE97, vincitore di tre tornei nazionali ed esperto di FORTNITE, ci racconta il successo di questo gioco. Sul palco dell’auditorium sarà disposta una consolle per 3 giocatori e chiunque avrà la possibilità di sfidare CAMPIOONE97, genitori inclusi.

Auditorium ore 17.00 – Talk show

GIOCANDO (E SBAGLIANDO) SI IMPARA

Il gioco come leva per l’apprendimento e la creatività

coordina Clelia Sedda

con Paolo Vergnani – Spell S.r.l., Francesca Corrado – Scuola del Fallimento, Alan Mattiassi – Play Res, Maresa Bertolo – Politecnico di Milano, Giorgio Bonaga – Dipartimento di Chimica “G. Ciamician” UNIBO

 

scopri di più

Clelia Sedda (errorista e inventrice dell’ErrorDay, la giornata mondiale dell’errore) condurrà un talk show dedicato all’errore e al gioco, con ospiti che celebreranno l’importanza del gioco come palestra per accogliere il fallimento, come competizione che, come la guerra, permette all’adulto di fare il bambino, di regredire fino ai giochi dei soldatini, senza il bisogno di uccidere. Il gioco come rappresentazione della vita, con il suo lascito didattico, come vizio, sarà dibattuto con ospiti quali Paolo Vergnani, inventore del Teatro d’Impresa che ha messo in gioco tante persone e realtà aziendali, Francesca Corrado e la sua Scuola del Fallimento, Alan Mattiassi che studia come la mente approccia il gioco, Maresa Bertolo esperta di Game Designa e, dulcis in fundo, Giorgio Bonaga che ci parla di uno dei giochi più difficili e belli, studiati da logici e matematici: il tarocchino bolognese. Perché, come dice la poetessa Alessandra Berardi, “Quando il gioco si fa duro, i giochi cominciano a durare”.

Auditorium ore 18.30 – lettura sonorizzata

GAMING

testo di Pietro Babina e Flavio de Marco

voce e sonorizzazione Pietro Babina

a seguire aperitivo in collaborazione con Matilde Ristorazione

scopri di più

Lettura sonorizzata del numero 7 di Rivista. In questo numero si racconta dell’ormai imperante Super Dittatura, che ha creato un videogame, il cui utilizzo è obbligatorio, con la finalità di trasformare tutti gli abitanti della terra (nessuno escluso) in artisti, decretando la definitiva banalizzazione del concetto di artista. Rivista è un progetto editoriale la cui natura fallimentare (nei termini di una cultura capitalista e capitalizzatrice) è fondante. Rivista ha la natura del dono, quel dono tabù la cui gratuità definisce il tentativo di fuga (disperata) dal sistema avvilente della mercificazione capillare dell’atto artistico.

 

 

Sala prove musicale ore 19.00 – Performance musicale interattiva

RUBIK MUSIK PLAYGROUND

Ideazione, sound design, realizzazione tecnica e software di Matteo Balasso

Studio e realizzazione di armonia, melodia e timbro di Marta Abatematteo

 

scopri di più

Rubik Musik Playground è una nuova dimensione musicale ispirata al cubo di Rubik. Due musicisti e un’intelligenza artificiale dialogano seguendo una partitura sonora generativa e non lineare, un’orchestra inedita che dialoga attraverso l’uso delle nuove tecnologie e dispositivi di uso comune: i telefoni cellulari. Una sfida che invita i musicisti ad esplorare un nuovo linguaggio di espressione musicale interagendo con una macchina che partecipa attivamente e in tempo a reale alla trama musicale secondo algoritmi generativi ispirati alle tecniche di soluzione del cubo di Rubik. A seguito della performance gli spettatori saranno invitati a sperimentare questo nuovo linguaggio di espressione musicale e provare una esperienza unica e immersiva.

Evento con posti limitati su prenotazione

Piazza Coperta ore 20.00 – Concerto

LOMII & ELEMEMPHIS

a cura di Trasporti Eccezionali

 

scopri di più

Trasporti eccezionali è il progetto con cui Cronopios, Terzo Suono Soc. Coop. e Music Academy hanno vinto il bando regionale nell’ambito della legge sullo sviluppo del settore musicale (L.R. 2/2018) e hanno avviato percorsi di residenza lungo la via Emilia. I vincitori sono gli Elememphis, formazione di giovanissimi musicisti che propongono un repertorio originale che oscilla tra il funk e il blues, con sonorità che richiamano anche l’R&B e che proporranno a BOOM – Cantiere Creativo Calderara il loro album d’esordio prodotto durante i mesi di residenza artistica. Gli altri vincitori sono i LOMII, duo che nasce dalla fusione delle voci di Lorenzo ed Emily che, accompagnate dalla semplicità di una chitarra, lasciano spazio a variazioni e a cambiamenti di atmosfere, muovendosi tra il pop – folk inglese e d’oltre oceano.

 

ELEMEMPHIS – Igor Fornaciari chitarra, Diego Fornaciari batteria, Francesco Schiatti basso, Alessandro Tarquini voce

LOMII – Emily Capanni voce, Lorenzo Brighi chitarra e voce

DOMENICA 27 OTTOBRE

Auditorium ore 16.00 – Esperienza ludica per tutti

CALVINO ON STAGE

a cura di Lord Puffin Co.

scopri di più

E se i personaggi di Italo Calvino prendessero vita per riscrivere a piacere la propria storia? E se il loro pubblico potesse intervenire per aiutarli o mettergli i bastoni fra le ruote? A BOOM tutto questo è possibile, basta mettersi in gioco!

Auditorium ore 17.30 – Conferenza spettacolo

BARTEZZAGHI, PAROLE IN GIOCO

Il cruciverba partecipato di Stefano Bartezzaghi

a seguire aperitivo in collaborazione con Matilde Ristorazione

scopri di più

A chiusura del Festival, Stefano Bartezzaghi svilupperà un cruciverba che avrà come tema centrale il concetto di “gioco”, che, proiettato su un grande schermo, verrà risolto con l’aiuto del pubblico. È un gioco finale che offre il pretesto per citare, riassumere e parlare degli argomenti affrontati nel corso del festival.

 

 

Piazza Coperta ore 19.00 – Concerto

DENA DeROSE SOLO RECITAL 

Special Guest Piero Odorici

a cura di Bologna Jazz Festival

scopri di più

Considerata “la più creativa e avvincente cantante-pianista dai tempi di Shirley Horn” Dena De Rose ha lavorato a fianco di musicisti del calibro di Ray Brown, Clark Terry, Marian McPartland, Benny Golson, Ken Peplowski, Phil Woods, David ‘Fathead’ Newman, Rufus Reid, Mark Murphy, Slide Hampton e ha partecipato a numerosi jazz festival in tutto il mondo da Monterey, a Kansas City, San Francisco, il Mar Rosso Jazz Festival in Israele e in Italia, a Umbria Jazz. Ha inciso oltre dieci CD in qualità da leader alcuni dei quali hanno ricevuto riconoscimenti internazionali tra cui tre candidature per il Grammy. Dena DeRose non si limita alla carriera di performer, ma è anche stimata didatta in scuole di livello internazionale. Per BOOM – Cantiere Creativo Calderara, Dena presenterà un suo solo recital pianoforte e voce avvalendosi in qualità di ospite speciale del sassofonista felsineo Piero Odorici con il quale, nei giorni immediatamente precedenti e successivi alla performance di Calderara, sarà impegnata in un Tributo a Shirley Horn con la E-R Jazz Band, un progetto co-finanziato dalla Legge Regionale sulla Musica della Regione Emilia-Romagna che sarà inserito nel palinsesto del Bologna Jazz Festival 2019.

DENA DeROSE, pianoforte e voce

Piero Odorici, sax tenore

a seguire brindisi di chiusura in collaborazione con Matilde Ristorazione

 

INSTALLAZIONI

Sala giochi diffusa per tre posture: analogica, digitale e virtuale

SPAZIO AI GIOCHI E GIOCHI SPAZIALI

in collaborazione con 4Tribes, RetroRegaz, Oculus Make Your Experience, Ci.Ca.Sca. il Re

scopri di più

Durante tutti i giorni del festival sarà possibile visitare e fruire di un’installazione ludica diffusa nelle salette della Casa della Cultura che permette, oltre a divertirsi, di sperimentare le differenti “posture mentali” che hanno caratterizzato l’evoluzione del gioco, e del mondo, negli ultimi 50 anni: dai flipper, ai cabinet con Space Invaders, ai videogiochi di ultima generazione, per arrivare ai giochi immersivi in realtà virtuale. Un viaggio fisico e mentale nel tempo e nello spazio. Questa particolare sala giochi, diffusa in tutti gli spazi della Casa della Cultura, sarà a disposizione di grandi e piccini per tutti i giorni del festival.

Piazza Coperta

DI NATURA TRASPARENTE

di Laura Renna

a cura di Amerigo Mariotti di Adiacenze

 

scopri di più

Fulcro dell’esposizione è l’installazione ambientale Di Natura Trasparente – che dà il titolo alla mostra – realizzata al centro della Piazza Coperta con lo scopo di avviare uno stretto dialogo tra lo spazio e il visitatore. L’opera, una foresta in pvc sospesa e adamantina, ingloba il pubblico in un’atmosfera che annulla i confini tra l’essere umano e l’essere vegetale facendosi metafora visiva della disparità tra le specie che popolano la terra.  Di Natura Trasparente di Laura Renna dialoga con il fruitore e il suo corpo mentre indaga, tramite la sua aerea struttura, le potenzialità dello spazio trasformandolo in una rigogliosa vegetazione artificiale. L’installazione intende attivare, tramite il gioco, una serie di riflessioni sul fragile rapporto tra l’uomo e la natura. Le forme, leggere e sgravate dal peso della materia, palesano la presenza di una selva ‘addomesticata’, in cui l’impatto dell’uomo diviene sempre più prevalente.

 

JUKEBOX 3.0

a cura di Futurlab

scopri di più

Il gruppo Futurlab ha concepito e realizzato per la Casa della Cultura un’innovativa applicazione attraverso la quale chiunque, attraverso il proprio smartphone, potrà selezionare brani musicali per il JUKEBOX 3.0 che verrà installato alla Casa della Cultura. Particolarità di questo Jukebox è che gli archivi dei brani disponibili saranno frutto di una selezione da parte degli ospiti illustri che ci regaleranno la loro “playlist del cuore”.

SPAZIO CREATIVO PER BAMBIN*

Sabato 26 e Domenica 27 dalle 17.30 alle 19.30 in Sala laboratori

ARCHITETTURE IN DIVENIRE

a cura di ReMida_Bologna Terre d’Acqua

scopri di più

Accostare, combinare, collegare e sovrapporre scarti aziendali per fare e disfare città immaginarie. Un laboratorio per sperimentare equilibri, incastri e verticalità, rielaborare diverse strutture ed ideare nuovi progetti costruttivi, favorendo l’evolversi di relazioni sociali e spaziali, di abilità logico matematiche, fisiche e immaginari fantastici.

 

Sabato 26 e Domenica 27 dalle 17.30 alle 19.30 in Sala laboratori

MAKE YOUR PUPPETS

Imparare a definire e modellare pupazzi in gommapiuma

a cura di Riccardo Sivelli – Extralab e del gruppo Make Your Experience

scopri di più

Lezione aperta di un laboratorio unico nel suo genere che unisce tecniche tradizionali di artigianato artistico alla sperimentazione delle nuove tecnologie per la creazione di prodotti multimediali e di comunicazione. Il percorso parte dalla realizzazione pratica di pupazzi in gommapiuma, prevedendo lezioni per la modellazione con tecnica a lastra e la finitura in varie tecniche del personaggio.

 


Tutte le attività sono ad ingresso libero

Gli abbonati alla Card Musei hanno la possibilità di prenotare i posti per gli eventi inviando una e-mail a casadellacultura@comune.calderaradireno.bo.it indicando il numero della Card